diari di un networker
Feb 10

A proposito di Diari….

By human2human | Diari di un Networker , human2human

A proposito di diari....

La categoria da noi chiamata “Diari di Networker” è quella che più identificherà il nostro Blog.

Sebbene il Blog manterrà ovviamente  nozioni a carattere formativo per quanto concerne l’attività di Social Marketing, questa categoria si distinguerà per la sua “mission”.

H2H vuole mantenere fede al suo nome ovvero trattare un argomento variegato come il marketing referenziale in una modalità più vicina al vivere quotidiano.

Non tratteremo nei dettagli qualsiasi metodo per sviluppare questa professione.

Ovviamente per questo ci sono già sul mercato decine e decine di libri in questione.

Inoltre il web è già pieno di più o meno esperti che vogliono delegare ad internet quello che invece per noi è di fondamentale importanza: formarsi presso eventi dal vivo, confrontandosi di persona con donne e uomini che possono trasmetterci le loro esperienze e quei metodi che più funzionano.


diari

 Lucio A. Seneca 

 Filosofo 

quote-left

L’uomo è un animale sociale, le persone non sono fatte per stare da sole.


Insomma gli articoli che verranno pubblicati come “Diario” vogliono appunto trasmettere quello che ognuno di noi scopre e impara personalmente portando avanti il proprio percorso all’interno di questa attività.

In sostanza vittorie, delusioni, punti di riflessioni o confronti quotidiani faranno da sfondo in articoli a volte concreti, altre volte ironici o critici...diari di tutti i giorni.

Buone letture.

Insomma gli articoli che verranno pubblicati come “Diario” vogliono appunto trasmettere quello che ognuno di noi scopre e impara personalmente portando avanti il proprio percorso all’interno di questa attività.


In sostanza vittorie, delusioni, punti di riflessioni o confronti quotidiani faranno da sfondo in articoli a volte concreti, alte volte ironici o critici.

La categoria da noi chiamata “Diari di Networker” è quella che più identificherà il nostro Blog.


Sebbene il Blog manterrà ovviamente  nozioni a carattere formativo per quanto concerne l’attività di Social Marketing, questa categoria si distinguerà per la sua “mission”.


H2H vuole mantenere fede al suo nome ovvero trattare un argomento variegato come il marketing referenziale in una modalità più vicina al vivere quotidiano.


Non tratteremo nei dettagli qualsiasi metodo per sviluppare questa professione.


Ovviamente per questo ci sono già sul mercato decine e decine di libri in questione.


Inoltre il web è già pieno di più o meno esperti che vogliono delegare ad internet quello che invece per noi è di fondamentale importanza: formarsi presso eventi dal vivo, confrontandosi di persona con donne e uomini che possono trasmetterci le loro esperienze e quei metodi che più funzionano.

duplicazione
Feb 04

Il Potere della duplicazione forza lavoro nel Network Marketing.

By human2human | Network Marketing, questo sconosciuto.

Il Potere della duplicazione.

Comprendere il potere della duplicazione è la chiave per capire il potenziale del Social Marketing o NM.

La vendita al dettaglio è il fondamento in questo sistema.
Le vendite nel Network Marketing derivano da distributori indipendenti che CONDIVIDONO i prodotti e/o servizi con i loro amici, vicini, parenti....o a conoscenti di conoscenti.
Non devono mai rivolgersi a sconosciuti.

Per costruire una attività di grande successo bisogna avere equilibrio: improntarsi esclusivamente sui clienti personali non gioverà.
Bisogna "sponsorizzare" ed insegnare ai nuovi distributori questo sistema.

Social Marketing o NM significa costruire una organizzazione in cui molti distributori vendono un pochino ciascuno.

O per fare un parallelismo potremmo vedere il sistema sotto questo punto di vista: chi guadagna molto denaro, il proprietario di un negozio McDonald o il proprietario che vende il franchise di hamburger McDonald?

Questo è il principio su cui è basato il guadagno vero nel Network Marketing.

Bisogna decidere se "aprire un negozio" o costruire un "franchise network"


paul ghetti

 J. Paul Ghetti 

Imprenditore 

quote-left

La chiave della ricchezza non è avere il 100% dell'uomo migliore, ma piuttosto l'1% di 100 uomini.


Ecco quindi la descrizione del lavoro da svolgere:

  • 1
    Fare in modo che la gente acquisti il nostro servizio o prodotto e diventare noi stessi
  • 2
    Sponsorizzare persone che stanno cercando un affare che produca entrate e farle diventare parte del network.

....o più semplicemente....

ACQUISIRE CLIENTI E ACQUISITORI DI CLIENTI!!!

La sponsorizzazione diventa quindi un aspetto fondamentale nel Social Marketing.
C'è infatti una netta differenza tra sponsorizzare e reclutare.

Si recluta un collaboratore quando semplicemente lo si "iscrive".
Invece, quando SPONSORIZZI qualcuno ti stai IMPEGNANDO verso di lui.

In pratica ti impegni ad insegnargli come fare ciò che facciamo: costruirsi un business in proprio, insegnandogli tutto ciò che si sa al riguardo, come per esempio ordinare i prodotti o servizi, partire nel modo giusto e come costruire ed addestrare la sua organizzazione.

difetti nel marketing
Gen 09

Perché parlare di difetti nel Network Marketing.

By human2human | human2human , I difetti nel Network Marketing

Perché parlare di difetti nel Network Marketing.

Molti si chiederanno del perché discutere dei difetti  di un sistema, che da tanti viene invece etichettato come l’attività migliore da intraprendere a livello imprenditoriale e per la propria crescita personale.

Proprio perché questa attività deve mantenere la sua unicità differenziante rispetto ai business tradizionali bisogna a nostro avviso trattare quelle anomalie.

Troppo spesso le stesse possono far bollare questo sistema come una qualcosa di poco serio o come le famose “catene di Sant’Antonio”.

C’è un denominatore comune in tutto questo: la scarsa volontà dei singoli individui di formarsi e di conseguenza formare altre persone con la stessa superficialità, improntando il tutto con sole frasi motivazionali stile “al mio segnale scatenate l’inferno”,o con metodi tipo “gratta e vinci”.

Nulla più di questo può ritenersi virale e deleterio per mantenere a lungo termine una attività che realmente possa mantenere quelle potenzialità che dovrebbero, ripetiamo”dovrebbero”, cambiarci la vita.


Robert T. Kiyosaki 

 Imprenditore e scrittore 

quote-left

Il Network Marketing è una scuola di business del mondo reale per persone che vo​​​​​gliono imparare le abilità di un imprenditore, anziché di un dipendente.​​​​​


Tuttavia, i più navigati potrebbero dissentire affermando che non è colpa del sistema o delle aziende se molti networkmarketer hanno poca voglia di migliorare se stessi professionalmente, incrementando le loro competenze.

Eppure è proprio questo l’aspetto più importante che invece a nostro avviso va trattato con la più sensibile ed efficace cura.

Parliamoci chiaro

Noi di H2H vogliamo sempre trattare tutte le tematiche a 360 gradi, anche quelle più scomoda per altri.

Finché non si trasmette, che sposare questo sistema vuol dire obbligatoriamente, senza “se” o senza “ma”, abbracciare a tutti gli effetti una professione, tutto sarà sempre un “castello di carta”.

Perciò facilmente sarà screditato sia da dubbi interiori del singolo individuo, sia da agenti e opinioni esterne.

Analizzeremo per singoli temi questi difetti con ulteriori articoli.

Comunque una cosa teniamo a sottolineare: diffidare sempre, in maniere costruttiva, quello che ci viene trasmesso, soprattutto da chi ha appena cominciato questo business. 

Almenochè non abbiate la piena consapevolezza e conoscenza della persona che vi sta formando, pensate sempre di verificare le loro informazioni.

Insomma, confrontatele con quei leader che per reali risultati ottenuti nel tempo possono fornirvi il percorso corretto per raggiungere la vostra “cima”. 

Abbiate “fame” di conoscenza, mettete in dubbio anche voi stessi se ce ne fosse la necessità.

In gioco c’è la vostra attività e il futuro vostro e delle vostre famiglie.

Certo, i più navigati potrebbero dissentire affermando che non è colpa del sistema o delle aziende se molti networkmarketer hanno poca voglia di migliorare se stessi professionalmente, incrementando le loro competenze.


Ma è proprio questo l’aspetto più importante che invece a nostro avviso va trattato con la più sensibile ed efficace cura dato che noi di H2H vogliamo sempre trattare tutte le tematiche a 360 gradi, anche quelle più scomoda per altri.


 Finché non si trasmette, senza giudicare e colpevolizzare, che sposare questo sistema vuol dire obbligatoriamente  senza “se” o senza “ma”, abbracciare a tutti gli effetti una professione, tutto sarà sempre un “castello di carta” che facilmente sarà screditato sia da dubbi interiori del singolo individuo, sia da agenti e opinioni esterne.


Analizzaremo per singoli temi questi difetti con ulteriori articoli, ma una cosa teniamo a sottolineare: diffidare sempre, in maniere costruttiva, quello che ci viene trasmesso, soprattutto da chi ha appena cominciato questo business. 


Almenochè non abbiate la piena consapevolezza e conoscenza della persona che, come vostro sponsor o upline, vi sta formando, pensate sempre con mente lucida di verificare le loro informazioni confrontandole sempre con quei leader che per reali risultati ottenuti nel tempo possono fornirvi il percorso corretto per raggiungere la vostra “cima”. 


Abbiate “fame” di conoscenza, mettete in dubbio anche voi stessi se ce ne fosse la necessità.


In gioco c’è la vostra attività e il futuro vostro e delle vostre famiglie.

Molti si chiederanno del perché discutere dei difetti  di un sistema che da tanti viene invece etichettato come l’attività migliore da intraprendere a livello imprenditoriale e per la propria crescita personale.


Proprio perché questa attività deve mantenere la sua unicità differenziante rispetto ai business tradizionali bisogna a nostro avviso trattare quei difetti, che troppo spesso possono far bollare questo sistema come una qualcosa di poco serio o come le famose “catene di Sant’Antonio”.


C’è un denominatore comune in tutto questo: la scarsa volontà dei singoli individui di formarsi o peggio ancora, intraprendere a pieno titolo questo business, formando altre persone con superficialità, improntando il tutto con sole frasi motivazionali stile “al mio segnale scatenate l’inferno”,o con metodi tipo “gratta e vinci”.


Nulla più di questo può ritenersi virale e deleterio per mantenere a lungo termine una attività che realmente possa mantenere quelle potenzialità che dovrebbero, ripetiamo”dovrebbero”, cambiarci la vita.